MISURA 7.7.1

Barra Loghi Completa

PIANO DI SVILUPPO LOCALE TERRE DI QUALITÀ 2014/2020

Misura 7 Sostegno allo sviluppo locale LEADER

SOTTOMISURA 7.7

TIPOLOGIA DI OPERAZIONE 7.7.1

“Sostegno agli investimenti mirati al trasferimento di attività e di conversione di edifici o altre strutture

situate all’interno o nei pressi di insediamenti rurali, al fine di migliorare la qualità della vita

o aumentare le prestazioni ambientali degli insediamenti.”

 

FINALITA’

L’operazione si propone di introdurre un nuovo tipo di sostegno agli investimenti volti alla rilocalizzazione/delocalizzazione delle attività e alla riconversione di edifici o impianti situati all’interno o nelle vicinanze di centri rurali, al fine di migliorare la qualità della vita o i parametri ambientali del territorio interessato.

INTERVENTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili a contributo investimenti connessi alla ristrutturazione e/o alla riconversione di fabbricati/impianti situate all’interno o nei pressi di insediamenti rurali destinati alla rilocalizzazione/delocalizzazione di attività esistenti mirata al miglioramento della qualità della vita e/o dei parametri ambientali di riferimento.

BENEFICIARI

Enti Pubblici

CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA’

Al momento della presentazione della domanda di aiuto:

  • il richiedente non deve essere stato dichiarato in stato di dissesto finanziario, o in caso contrario, alla data di presentazione della domanda deve essere intervenuta l’approvazione del piano di risanamento e dell’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato;
  • il richiedente deve essere in possesso di un fascicolo aziendale unico aggiornato (DPR n. 503/99);
  • il richiedente deve presentare una sola proposta progettuale nell’ambito della stessa domanda di sostegno;
  • per operazioni inerenti beni immobili, il richiedente deve essere in possesso del titolo di proprietà o della disponibilità giuridica del bene;
  • l’elaborato progettuale da allegare alla domanda di sostegno deve corrispondere almeno al progetto di fattibilità tecnica economica, secondo quanto stabilito dall’art. 23 del D. Lgs. 50/2016 e ss.mm. e ii.;
  • il progetto deve essere incluso nel programma triennale delle opere pubbliche e/o nel biennale dei beni e servizi del Comune.
  • Il progetto deve raggiungere un punteggio minimo di 15 punti derivanti dalla somma di minimo due principi di selezione tra quelli indicati nei “Criteri di selezione e modalità per la predisposizione delle graduatorie”.

COSTI AMMISSIBILI

  • opere edili di ristrutturazione, miglioramento, adeguamento di strutture esistenti per la loro conversione compresi la realizzazione e posa in opera delle forniture destinate all’impiantistica;
  • riutilizzo strutture e manufatti;
  • spese per il trasloco dell’attività,
  • spese generali, comprensive di progettazione tecnica e consulenze in materia di sostenibilità ambientale ed economica (inclusi studi di fattibilità);
  • spese per bonifica (misure di prevenzione/riparazione, misure per la riduzione dei contaminanti, messa in sicurezza, ripristino ambientale) dei siti precedentemente utilizzati;
  • recupero e miglioramento delle aree pertinenti le aree di intervento;
  • sistemazione del contesto ambientale mediante opere di ingegneria naturalistica e piantumazione di alberi e arbusti;
  • spese per l’acquisto di attrezzature ed arredi (incluse tabelle e segnaletica) necessari per la completa realizzazione delle tipologie di investimenti descritte al punto precedente;
  • spese per azioni di comunicazione necessarie per la completa realizzazione delle tipologie di investimenti descritte al punto precedente.
  • spese generali.

Per il beneficiario pubblico, l’IVA non è comunque ammissibile:

  • in presenza di interventi che generano “entrate nette” ai sensi dell’art. 61 comma 1 Reg. (UE) n. 1303/2013 ovvero i flussi finanziari in entrata pagati direttamente dagli utenti per beni o servizi forniti dall’operazione, quali le tariffe direttamente a carico degli utenti;
  • se l’ente esercita attività d’impresa legata all’intervento.

IMPORTI E ALIQUOTE DI SOSTEGNO

L’intensità dell’aiuto, comprensiva di spese generali, è fissata nella misura del 100% della spesa ammissibile

Massimali:

Il limite minimo del costo totale dell’investimento ammissibile è stabilito in Euro 25.000,00.

Il massimo del costo totale dell’investimento ammissibile è stabilito in Euro 300.000,00

DOTAZIONE FINANZIARIA DISPONIBILE

La dotazione finanziaria disponibile è di Euro 25.000,00.

CRITERI DI SELEZIONE

Per l’attribuzione dei punteggi di cui ai criteri di selezione previsti nel bando si terrà conto dei seguenti principi:

– localizzazione dell’intervento in aree svantaggiate montane;

– attivazione dell’intervento all’interno di un progetto di cooperazione;

-minor costo dell’intervento;

– studi di fattibilità sulla rilocalizzazione del patrimonio immobiliare pubblico;

– grado di copertura della popolazione/utenti del servizio.

Scarica qui la tabella con i criteri di selezione: Tabella 7.7.1

TEMPI DI REALIZZAZIONE

Il progetto deve essere realizzato in un tempo massimo di 12 mesi.

RIFERIMENTI

http://www.galcastelli.it

Scarica qui l’informativa della Misura: Misura 7.7.1

Vasi Gal Piccola

ATTIVITÀ CO-FINANZIATA DAL FEASR E DAL PSR LAZIO 2014/2010 PIANO DI SVILUPPO LOCALE “TERRE DI QUALITÀ”  – MISURA 19 SOTTOMISURA 19.4 INT. B