Misura 4.1.1

Barra loghi ok

PIANO DI SVILUPPO LOCALE TERRE DI QUALITÀ 2014/2020

Misura 04 “Investimenti in immobilizzazioni materiali”

Sottomisura 4.1

“Sostegno a investimenti nelle aziende agricole”

Tipologia di operazione 4.1.1

Investimenti nelle singole aziende agricole finalizzate al miglioramento delle prestazioni.

 

FINALITA’

La misura ha la finalità di migliorare le azioni economiche e ambientali delle imprese agricole e rurali incrementando l’efficienza del mercato dei prodotti agricoli e del settore della trasformazione.

Obiettivo primario dell’operazione è quello di migliorare le prestazioni dell’azienda agricola, tramite la realizzazione di investimenti materiali e/o immateriali che riguardino almeno uno degli aspetti seguenti: riconversione varietale e diversificazione colturale delle produzioni agricole; realizzazione di nuovi impianti di colture arboree ed arbustive poliennali permanenti o adeguamento dei preesistenti; interventi di “miglioramento fondiario”.

 

INTERVENTI AMMISSIBILI

  • Sono ammissibili interventi di:
    • riconversione varietale e diversificazione colturale delle produzioni agricole;
    • realizzazione di nuovi impianti di colture arboree ed arbustive poliennali permanenti o adeguamento dei preesistenti;
    • interventi di “miglioramento fondiario”, cioè che riguardano il capitale fondiario, quali:
    • costruzione o ristrutturazione di beni immobili necessari all’attività produttiva aziendale e comunque non finalizzati all’irrigazione;
    • viabilità aziendale;
    • tecnologie innovative per l’introduzione in azienda di nuove macchine e attrezzature, di impianti e sistemi innovativi per la lavorazione dei prodotti;
    • recupero e incremento del valore aggiunto anche attraverso il sostegno alle fasi di trasformazione e/o commercializzazione dei prodotti aziendali, con esclusione dei prodotti in uscita diversi da quelli ricompresi nell’allegato I al TFUE ed ivi inclusa la vendita diretta. Gli investimenti per la vendita diretta sono ammissibili solo nel caso in cui le produzioni commercializzate siano ottenute in via esclusiva a livello aziendale;
    • introduzione o rafforzamento di sistemi per il miglioramento della qualità e per la sicurezza del prodotto alimentare, anche attraverso l’introduzione di sistemi di certificazione volontaria;
    • miglioramenti strutturali per il benessere degli animali finalizzati alla realizzazione di condizioni più favorevoli di quanto già previsto o per adeguamenti alle norme obbligatorie già vigenti in materia;
    • miglioramento della sicurezza sul lavoro;
    • miglioramento della sostenibilità ambientale delle attività aziendali;
    • miglioramento dell’efficienza nell’impiego dei fertilizzanti;
    • miglioramento delle strutture di stoccaggio del letame;
    • macchinari per interventi volti alla riduzione dell’erosione del suolo.
    • investimenti strutturali per il benessere degli animali che riguardano gli investimenti in edifici, installazioni, attrezzature sanitarie che favoriscono il benessere degli animali.

BENEFICIARI

I beneficiari dell’intervento sono gli agricoltori attivi singoli o associati e/o associazioni di agricoltori, anche attraverso la formazione di reti d’impresa, che intendono realizzare un investimento collettivo i cui destinatari devono esser esclusivamente agricoltori attivi.

Possono presentare domanda le seguenti associazioni: Organizzazioni di Produttori (OP) riconosciute ai sensi dell’art. 152 del Reg. (UE) n. 1308/2013; Consorzi di Produttori Agricoli, così come disciplinato agli artt. 2602 e seguenti del Codice civile; Reti di Impresa soggetto così come disciplinato dalle normative vigenti (L. n. 134/2012 e L. n. 221/2012).

 CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA’

L’impresa deve:

  • essere in possesso di un fascicolo unico aziendale (DPR n. 503/99), di partita IVA in campo agricolo (cod. ATECO 01) ed essere iscritto alla Camera di Commercio Industria ed Artigianato.
  • presentare un piano aziendale per lo sviluppo dell’attività agricola con il quale dimostri il miglioramento del rendimento delle prestazioni globali e la sostenibilità globale dell’azienda agricola.
  • Avere una dimensione economica minima
  • dimostrare, per gli interventi strutturali, l’immediata cantierabilità dell’investimento programmato fatta salva la deroga concessa per la dimostrazione di tale requisito dopo il termine fissato per la presentazione delle domande di sostegno;
  • essere proprietari o di aver titolo a disporre degli immobili ove intendono realizzare gli investimenti nonché di impegnarsi a condurre l’attività oggetto dell’investimento per una durata residua, a decorrere dal momento della presentazione della domanda di sostegno, pari ad almeno 7 anni.
  • nell’ambito delle valutazioni relative ai criteri di selezione raggiungimento di un punteggio minimo.

COSTI AMMISSIBILI

Sono ritenuti ammissibili a finanziamento le spese sostenute per:

  • costruzione, ammodernamento, miglioramento e riconversione di beni immobili dell’azienda per la razionalizzazione e ottimizzazione dei processi produttivi;
  • miglioramenti fondiari e impianto di colture vegetali pluriennali;
  • acquisto o leasing di nuovi macchinari e attrezzature o di altre dotazioni necessarie all’attività produttiva aziendale.
  • spese generali.

I “contributi in natura” sono ammissibili nel rispetto degli obblighi e delle condizioni previste dall’articolo 69 del Reg. (UE) n. 1303/13 ed anche al Reg. (UE) n. 1305/13.

IMPORTI E ALIQUOTE DI SOSTEGNO

  • L’importo complessivo del progetto relativamente alla presente tipologia di operazione non potrà essere inferiore a 30.000,00 Euro e superiore 320.000,00. L’intensità dell’aliquota di sostegno è pari al 40% della spesa ammessa.Nei casi seguenti l’aliquota di sostegno è maggiorata del 20 %:
    • Investimenti effettuati da giovani agricoltori che rispettano le condizioni di cui all’art. 2, comma 1, lett. n) del Reg. (UE) n. 1305/2013, che si sono insediati (anche senza aver percepito il premio) nei cinque anni precedenti la domanda di sostegno alla presente misura;
    • investimenti effettuati in zone montane di cui alla lettera a) del paragrafo 1 dell’articolo 32 del Reg. 1305/2013;
    • investimenti collegati ad operazioni di cui agli art. 28 e 29 del Reg. 1305/2013, ovvero agli agricoltori attivi che hanno assoggettato la propria azienda al metodo di produzione biologica e che hanno aderito alla misura 11 (art. 29) del programma o agli agricoltori attivi che hanno aderito alla misura 10 (art.28) che realizzano investimenti strettamente connessi all’impegno agroclimatico-ambientale assunto;
    • investimento collettivo realizzato da associazioni di agricoltori.

    La maggiorazione del 20% dell’aliquota di sostegno non si applica per interventi di trasformazione e commercializzazione.

DOTAZIONE FINANZIARIA DISPONIBILE

La dotazione finanziaria disponibile è di 239.209,00 €.

CRITERI DI SELEZIONE

I progetti saranno selezionati in base all’applicazione dei seguenti principi:

  • priorità per i progetti che si inseriscono all’interno di progetti di cooperazione;
  • investimenti che introducono innovazioni di prodotto o di processo;
  • maggiore impatto positivo sull’ambiente e sul clima;
  • progetti relativi ai seguenti comparti produttivi: zootecnico, ortofrutticolo e florovivaistico, vitivinicolo e olivicolo;
  • priorità specifiche individuate a livello di ciascun settore/comparto coerenti con le indicazioni dell’analisi SWOT;
  • adesione ad Organizzazione di Produttori;
  • adesione a sistemi di qualità riconosciuta;
  • sicurezza sul lavoro;
  • giovani agricoltori;
  • zonizzazione degli interventi con priorità alle zone montane e aree protette.

Scarica qui la tabella con i criteri di selezione: Tabella 4.1.1

 TEMPI DI REALIZZAZIONE

Il tempo massimo concesso per il completamento degli investimenti finanziati, escluse eventuali proroghe è così determinato:

  • 12 mesi per operazioni che prevedono esclusivamente l’acquisto di dotazioni (macchine, attrezzature, ecc.);
  • 18 mesi per la realizzazione di operazioni che prevedono interventi strutturali (opere, impianti, ecc.).

RIFERIMENTI

www.galcastelli.it

Scarica qui l’Infografica Misura 4.1.1

Vasi Gal Piccoli 2

ATTIVITÀ CO-FINANZIATA DAL FEASR E DAL PSR LAZIO 2014/2020 PIANO DI SVILUPPO LOCALE “TERRE DI QUALITÀ”  – MISURA 19 SOTTOMISURA 19.4 INT. B